Angelo Mandruzzato / Vessillo Valentinis

Alla ricerca dell'eccellenza comportamentale
Un modello per il miglioramento continuo di aziende e professionisti

"Il miglioramento delle persone in azienda ha come effetto il miglioramento dei processi da loro gestiti, permettendo di offrire un servizio più efficace ai clienti, di contenere costi e tempistiche e di diventare maggiormente competitivi"
(dalla prefazione di Alessandro De Martino - AD di Continental Italia).

Nel tempo il concetto di eccellenza si è evoluto: si è passati dalla massimizzazione del profitto, alla soddisfazione del cliente, all'eccellenza come risultato della interazione proficua, virtuosa, favorevole tra tutti gli interlocutori che hanno interesse nell'azienda (clienti, collaboratori, fornitori, azionisti, territorio).
Il vero vantaggio competitivo durevole dell'azienda è diventato così la capacità di costruire e mantenere relazioni positive e costruttive.
Gli autori propongono un percorso verso l'eccellenza, intesa come miglioramento continuo degli atteggiamenti mentali (mindset) e dei comportamenti delle persone facenti parte di una organizzazione.
Per ottenere un reale valore aggiunto, viene descritto il modello di eccellenzaSAM, testato "sul campo" e applicato in aziende di varie dimensioni, fino a essere brevettato come "tecnica per il miglioramento delle prestazioni del personale"...

CONTINUA

Sintesi di funzionamento del Modello di Eccellenza SAM nella sezione .03 del sito
Contributo a cura del Team di Consulenti Specializzati SAM

MotivAzione

Parlando di animali, l’elaborazione di  informazioni  raccolte durante un breve periodo critico, subito dopo la nascita, costituiscono per  pesci, uccelli e mammiferi una forma di apprendimento che viene definito “imprinting” animale e che nell'immediato determina i comportamenti di attaccamento (legame genitore-prole) e a lungo termine modula le preferenze sessuali, alimentari o per un determinato tipo di habitat.
I salmoni, per esempio, tornano per la riproduzione dall'oceano al fiume in cui sono nati, percorrendo distanze enormi: essi subiscono un imprinting alla nascita sulle caratteristiche olfattive dell'habitat.
È stato infatti dimostrato che il ritorno negli esatti luoghi di origine è guidato da una sorta di mappa olfattiva, che i salmoni elaborano ed acquisiscono allo stadio giovanile (parr) quando scendono a valle, per raggiungere il mare. Subiscono quindi una sorta di imprinting olfattivo sia del corso d'acqua principale che di eventuali altri corsi d'acqua che incontrano durante la discesa. L'odore dell'acqua, della vegetazione e del suolo del bacino idrico di appartenenza, sono per così dire 'memorizzati' dai giovani salmoni, il che permetterà loro, da adulti, di ritornare nei luoghi natii.
Nel caso degli esseri umani, l'InformAzione è lo scambio di conoscenza tra due o più persone, all'interno di una comunità o nella società, nonché il significato che le persone coinvolte attribuiscono a tale conoscenza.
In questa sezione, lo scambio di conoscenza è assicurato dalla presenza di informazioni, approfondimenti, pubblicazioni, ecc., che riguardano il miglioramento continuo nel meraviglioso e concreto cammino verso l’Eccellenza.

►VISUALIZZA